Beat Reading – parco Trotter

Mercoledì 22 Ottobre dalle ore 18

Esordio stagione 2014-15 di Casa della poesia del Trotter con 
Tempi diVersi
RI-LEGGERE LA BEAT GENERATION
Alessandro Manca, appassionato di letteratura americana, proporrà una lettura di alcuni tra gli scritti più affascinati e decisivi che hanno caratterizzato il movimento letterario e culturale definito Beat Generation. 
«Vita che diventa parola alla sua stessa sorgente».
Nel reading coesisteranno prose, riflessioni, poesie e lettere senza il bisogno di aggiungere nulla; è stato scelto materiale dalle grandi potenzialità catartiche. Musica improvvisata del collettivo Tempi diVersi.

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-LogoQR-code-logoGeoJSON-LogoGeoRSS-LogoWikitude-Logo
Ex Chiesetta Parco Trotter

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Ex Chiesetta Parco Trotter 45.495086, 9.226377 Ex Chiesetta Parco Trotter

beat-generation_mod

La Beat generation fu un movimento artistico, poetico e letterario 
sviluppatosi dal secondo dopoguerra (1947 circa) a fine anni cinquanta, 
negli Stati Uniti. Il termine beat viene coniato da Jack Kerouac nel 1947, ma l'atto di nascita ufficiale è il 1952, anno di pubblicazione di 
Go di John Clellon Holmes, che viene considerato il primo racconto beat, e dell'articolo This is the Beat Generation («New York Times Magazine», 
novembre 1952), che segna l'avvio dell'esistenza pubblica dei beat.
Beat è un termine che assume molteplici significati già in inglese, ed in italiano è tradotto e spiegato in varie accezioni. Beat come beatitudine (Beatitude), la salvezza ascetica ed estatica dello spiritualismo Zen, 
ma anche il misticismo indotto dalle droghe più svariate, dall'alcol, 
dall'incontro carnale e frenetico, dal parlare incessantemente, 
sviscerando tutto ciò che la mente racchiude. Beat come battuto, 
sconfitto in partenza. La sconfitta inevitabile che viene dalla società, dalle sue costrizioni, dagli schemi imposti ed inattaccabili. 
Beat come richiamo alla vita libera e alla consapevolezza dell'istante.
Beat come ribellione.
Beat come battito.
Beat come ritmo.
Il sapere s'accresce solo se condiviso
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Digg thisEmail this to someone